Quali sono i fattori che mettono una gravidanza a rischio?

Quali sono i fattori che mettono una gravidanza a rischio?

Quando si parla di gravidanza, è fondamentale per la donna rimanere tranquilla e prendersi cura di sé e del bambino. Nonostante questo, ci sono dei fattori che pongono una gravidanza a rischio, i quali possono essere suddivisi in quattro categorie:

  • Problemi di salute
  • Età
  • Stile di vita
  • Problemi legati alla gravidanza

Problemi di salute

Alta pressione sanguigna. Anche se la pressione alta può essere rischiosa per la madre e per il feto, molte donne con pressione sanguigna alta hanno gravidanze sicure e bambini sani. La pressione alta non tenuta sotto controllo, tuttavia, può causare danni ai reni della madre e aumenta il rischio di nascituro prematuro.
Sindrome dell’ovaio policistico. Si tratta di un disturbo che può interferire con la capacità di una donna di rimanere incinta. Inoltre, nel caso in cui ci si riuscisse, può portare a tassi di aborto spontaneo più alti entro le prime 20 settimane di gravidanza.
Diabete. E ‘importante per le donne che soffrono di diabete gestire i livelli di zucchero nel sangue prima di rimanere incinta. I rischi sono, infatti, dei problemi alla nascita.
Malattie renali. Le donne con malattie renali spesso hanno difficoltà a rimanere incinta e ogni gravidanza è a rischio significativo di aborto spontaneo.
Malattia alla tiroide. Problematiche non controllate alla tiroide, come ad esempio una tiroide iperattiva o poco attiva può causare problemi al feto, come insufficienza cardiaca, scarso aumento di peso e problemi alla nascita.
HIV / AIDS. Questa malattia danneggia le cellule del sistema immunitario, rendendo difficile combattere le infezioni e alcuni tipi di cancro. Le donne possono trasmettere il virus al feto durante la gravidanza, oppure al bambino durante l’allattamento, ma fortunatamente ci sono dei trattamenti efficaci che sono in grado di ridurre la diffusione del virus dalla madre al feto o al bambino.

Età

Le adolescenti che rimangono incinte hanno maggiori probabilità di sviluppare alta pressione sanguigna e anemia (carenza di globuli rossi), oltre che di andare in travaglio prima delle donne più grandi. Se si rimane incinta per la prima volta dopo i 35 anni, la maggior parte delle donne possono avere una gravidanza normale, anche se più si va avanti con l’età e maggiore è il rischio di problematiche di vario genere.

Stile di vita

L’alcol bevuto durante la gravidanza arriva direttamente al feto attraverso il cordone ombelicale. I Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie raccomandano alle donne di evitare bevande alcoliche durante la gravidanza o quando si cerca di rimanere incinta. Nel corso della gravidanza, invece, le donne che bevono hanno più probabilità di avere un aborto spontaneo o un parto prematuro. Altri rischi includono una maggiore probabilità per il feto di avere difetti alla nascita e disturbi dello spettro fetale alcolico (causa caratteristiche facciali anomale, bassa statura e basso peso corporeo, iperattività, ritardo mentale e problemi alla vista e all’udito).
Fumare sigarette. Fumare durante la gravidanza mette il feto a rischio di alcuni difetti di nascita, oltre che della sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS).

Problemi legati alla gravidanza in sé

Gestazione multipla. La gravidanza di due o più gemelli aumenta il rischio dei neonati di nascere prematuramente. Avere una gravidanza di questo genere dopo i 30 anni è ancora più rischioso. In questo caso si suggerisce sempre un taglio cesareo.
Diabete gestazionale, noto anche come diabete mellito gestazionale, o come diabete durante la gravidanza, si sviluppa quando una donna è incinta. Molte donne possono avere gravidanze sane se riescono a tenere sotto controllo il diabete seguendo una dieta adeguata. Se non controllato, aumenta il rischio di parto pretermine e la pressione alta.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *