Quando fare il test di gravidanza prima del ciclo: situazioni possibili

Quando fare il test di gravidanza prima del ciclo: situazioni possibili

Test di gravidanza prima del ciclo: ci sono dei casi in cui può essere consigliato. Ma quali sono le situazioni possibili e come affrontare un dubbio estenuante?

Che si tratti del desiderio di essere incinta o, al contrario – perché anche questo può accadere – della paura di essere in dolce attesa in un momento della vita in cui una gravidanza sarebbe percepita più come un problema che come una possibilità, è ad oggi decisamente importante essere preparati e pronti ad ogni possibilità. L’attesa, sia in un caso che nell’altro, può essere infatti molto snervante, ed è proprio per questo motivo che sono stati ideati i test di gravidanza precoci ovvero dei test di gravidanza prima del ciclo: si tratta di veri e propri test che possono essere eseguiti con qualche giorno di anticipo rispetto ai normali test e che presentano un’attendibilità comunque soddisfacente.

Test di gravidanza prima del ciclo: perché ed in quali situazioni

In genere, si decide di affrontare un test di gravidanza quando, in seguito a rapporti non protetti – ma talvolta anche per dirimere ogni dubbio che potrebbe riguardare l’inefficacia del rapporto – si ha un ritardo del ciclo, soprattutto in situazioni di generale regolarità. Talvolta, però, si può sentire l’esigenza di sottoporsi ad un test di verifica dell’eventuale presenza dell’ormone della gravidanza nelle urine, anche prima dell’inizio del ritardo mestruale: quando, ad esempio, si è quasi certe di essere rimaste incinta e non si può proprio fare a meno di aspettare.

In genere, l’ormone HCG viene prodotto a partire dai primi giorni del concepimento, ma i normali test di gravidanza non sono attendibili per misurare l’eventuale presenza di questo ormone prima che sia iniziato il periodo di attesa delle “rosse” – così viene chiamato, in gergo, il flusso mestruale. Per questo motivo, sono stati ideati i test di gravidanza prima del ciclo, ovvero dei test talmente sensibili da rendere possibile la rilevazione della gonadotropina corionica anche in tempi più precoci: ecco il motivo per il quale questi test sono stati chiamati, anche, test di gravidanza precoci.

Talvolta – anche se è molto difficile che ciò accada – è possibile che si sentano i sintomi del concepimento anche in una fase molto precoce: ed è proprio per sciogliere ogni dubbio e per anticipare il da farsi, che generalmente si tende a fare riferimento a questo tipo di test. Che sono sicuramente abbastanza sensibili – la sensibilità può variare, e passa da un 10mIU/mL ad un livello di 40 mIU/mL – e quindi tendenzialmente sicuri in fatto di risultati; ma sui quali, comunque, bisogna prendere anche in considerazione l’eventualità di un falso negativo, specialmente se il test viene eseguito con eccessivo anticipo.

In ogni caso, si consiglia sempre di ripetere il test dopo qualche giorno, in maniera da avere l’esatta indicazione relativa alla presenza di gravidanza (o meno).

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *