Come stimolare le mestruazioni

Come stimolare le mestruazioni

Il ciclo tarda ad arrivare? Ecco alcuni rimedi che possono aiutare nello scopo di ripristinare il normale flusso mestruale. Ovviamente, prima di intraprendere qualunque strategia per stimolare il ciclo, è sempre consigliabile una certa prudenza per escludere che il ritardo non sia il sintomo di altri disturbi quali squilibri ormonali, malattie o di una gravidanza, con una visita ginecologica o un test. Non esistono metodi sicuri a tutti gli effetti per anticipare il flusso mestruale, poiché è un processo naturale sul quale non si ha il controllo.
Sebbene non sia raccomandabile dal punto di vista fisiologico “forzare” la propria natura, esistono diversi modi per indurre l’arrivo del ciclo, classificabili in:

  • ­ Rimedi della nonna (senza alcuna validità scientifica)
  • ­ Rimedi naturali a base di erbe
  • ­ Rimedi medici

Rimedi della nonna

Tra i rimedi della nonna vengono ricordati i seguenti: tisane a base di prezzemolo o zenzero (ricchi di vitamina C), pare che questi alimenti naturali favoriscano le contrazioni uterine se il ciclo è in ritardo a causa di stress o squilibri ormonali. Ad ogni modo è sempre meglio chiedere un parere al medico prima dell’assunzione: il prezzemolo è ad esempio controindicato in chi fa uso di anticoagulanti. Anche camomilla calda e zenzero aiutano a distendere il ventre e a regolarizzare il ciclo mestruale. Alcuni frutti come l’ananas, la papaia, il mango, ma anche il miele, sono famosi per indurre le mestruazioni: mangiare una papaya al giorno per almeno una settimana può aiutare perchè il carotene in essa contenuto induce le mestruazioni, in alternativa si può sostituire la papaya con la zucca o le carote. Un’altra alternativa è quella di fare un bagno in una vasca con acqua calda e qualche olio essenziale o poggiare sul ventre una classica borsa dell’acqua calda, il segreto del successo di questo rimedio della nonna è l’azione vasodilatatrice del calore.

Rimedi naturali

Per quanto riguarda i rimedi naturali a base di erbe ci viene incontro la fitoterapia: il Dong Quai, per esempio, favorisce l’affluenza di sangue verso le pelvi, con un effetto stimolante sul ciclo; il cohosh nero è un’altra erba che da secoli viene impiegata per indurre il ciclo vista anche la sua capacità di regolarizzarlo. Esiste anche la peonia bianca che migliora il flusso e lo scorrimento di sangue nella pelvi oppure l’agnocasto che aiuta a bilanciare gli ormoni nel corpo femminile, se usato con una certa frequenza regolarizza il flusso mestruale. Certamente le erbe non risolvono completamente il problema ma rappresentano un valido aiuto.

Rimedi medici

Infine, per quanto riguarda i rimedi medici, ricordiamo che devono essere utilizzati con cautela.
Il primo in assoluto è la pillola anticoncezionale estro progestinica: è il metodo più semplice, certo ed efficace, assumendola è possibile anticipare il ciclo mestruale sospendendola qualche giorno prima del previsto. In questo modo il ciclo anticipa di due o tre giorni, comparendo qualche giorno dopo la sospensione della pillola. Chiaramente è opportuno non abusarne, la sua gestione va studiata in accordo con il medico, previe analisi del sangue e valutazioni dello stato di salute generale.

Ad ogni modo è sempre consigliabile fare esercizio fisico per ridurre lo stress, verificare di non essere in perimenopausa (la fase che precede la menopausa), controllare l’alimentazione ed il peso.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *